Via Filippo Nicolai, n.2     |     comune.caprarola@anutel.it     |     0761.64901

CAPRAROLA, UN INTENSO GENNAIO PER IL TEATRO DON PAOLO STEFANI

News

Venerdì 10 Gennaio 2020

CAPRAROLA, UN INTENSO GENNAIO PER IL TEATRO DON PAOLO STEFANI

Tra musica e prosa, prosegue con successo la prima stagione della nuova struttura

Un intenso inizio di 2020 per il Teatro Comunale Don Paolo Stefani di Caprarola. Dopo i concerti e gli eventi speciali andati in scena durante le feste natalizie, che hanno riscontrato una grande partecipazionedi pubblico, la stagione del teatro caprolatto prosegue con una serie di appuntamenti tra prosa, musica e spettacoli per famiglie, preludio di ulteriori occasioni da non perdere e di nuovi importanti progetti che renderanno Caprarola e il suo teatro un polo culturale di livello sempre più elevato.

Si riparte venerdì 10 gennaio, con il concerto dei Costa Volpara con Giacomo Rossetti, una serata a ingresso gratuito (ore 21) che vedrà protagonista una delle band musicali più affermate e longeve del territorio della Tuscia.

Quindi, sabato 18 gennaio (ore 21) ancora grande musica al Teatro Don Paolo Stefani. Ad esibirsi il Quintetto Italiano in "Pierino e il lupo", la celebre favola musicale di Prokofiev apprezzata dal pubblico di tutte le età, e nell'esecuzione di colonne sonore di film. Composto da musicisti che collaborano tuttora come prime parti con il maestro Ennio Morricone, il Quintetto Italiano è una formazione eterogenea e completa a livello sonoro e caratterizzata da un ampio repertorio. L'intento è ricreare tutta la ricchezza dei timbri orchestrali, valorizzando al più alto livello le esperienze raccolte. Il concerto annovera la partecipazione straordinaria di Francesca Fanuele, giornalista di La7, come voce narrante. Il Quintetto Italiano è composto da Marco Loppi (flauto), Pietro Picone (oboe), Roberto Petrocchi (clarinetto), Rino Franco Pecorelli (corno) e Marco Ciamacco (fagotto).

Seguono due spettacoli di prosa. Sabato 25 gennaio alle ore 21 in scena "Zhivago Story. Il libro che non doveva essere scritto", un testo di Angelo Ruta che ne cura anche la regia, mentre sul palco un solo attore, Pietro Pignatelli, incarna tutti i personaggi, accompagnato da una curiosa macchina scenica, una sorta di “scatola delle meraviglie” capace di simulare luoghi e suoni della memoria. L’uso della citazione e di una strumentazione inusuale rafforzano la tessitura originale scritta per questo spettacolo. Musiche di Angelo Giovagnoli.

Domenica 2 febbraio sempre alle ore 21 "Il sindaco pescatore", con Ettore Bassi, per la regia di Enrico Maria Lamanna. La storia di un eroe normale, Angelo Vassallo, un uomo che ha sacrificato con la sua vita l'impegno di difendere e migliorare il suo territorio e le sue persone, con la sua opera di uomo semplice onesto e lungimirante attraverso l'inizio della sua carriera politica. Vassallo, detto "il sindaco pescatore" proprio per il suo passato nella pesca, per l'amore del mare e della sua terra che nella sua attività di amministratore lo aveva sempre ispirato, è stato un esempio di rigore nel rispetto della legge con modi severi e fermi che però permettono di mantenere intatta la bellezza di uno dei luoghi più caratteristici del Cilento, in Campania.

Il Teatro Don Paolo Stefani di Caprarola si trova in Via Giuseppe Cristofori, in centro storico. Tutti gli eventi sono abilitati all'acquisto online del biglietto elettronico. I biglietti possono essere acquistati con 18App e Carta del Docente. Prenotazioni disponibili su Ciaotickets.com e presso i punti vendita Ciaotickets autorizzati. Riduzioni previste per Under 18 e Over 65.

Per ulteriori informazioni: Palazzo della Cultura (ufficio turistico), Via Guido Bonafede. Orario: da lunedì a venerdì 9-12 e 15-18. Tel. 0761.646157. Mail: teatrostefanicaprarola@gmail.com. Pagina Facebook: http://www.facebook.com/teatrostefanicaprarola.

Valuta la pagina - stampa